Space Jam

Space Jam fu uno dei primi film che vide trasporre sullo schermo la contrapposizione fra due mondi totalmente diversi fra di loro: quello animato e quello reale.
Questa fu sicuramente una delle caratteristiche che rese il film così celebre negli anni e che gli permise di affermarsi differenziandosi da tutte le altre produzioni rilasciate negli stessi anni.
Lasciamoci travolgere dai piacevoli ricordi del passato, esamininando questa pellicola che, nonostante gli anni, continua ad essere uno dei film preferiti da grandi e piccini.

Space Jam del 1996: metà film e metà cartone

Come abbiamo brevemente annunciato nell’introduzione di questo articolo, Space Jam conquistò il consenso del pubblico in quanto seppe sfruttare alcuni parametri che, fino a quel momento, erano stato poco impiegati nel mondo del cinema.
Il regista Joe Pytka ha deciso di stravolgere il mondo del cinema proponendo una soluzione che avrebbe avuto un grande impatto sugli spettatori in quanto, grazie alle sue peculiarità, sarebbe stata in grado di conquistare allo stesso tempo adulti e bambini.
Si decise infatti di mettere in atto una pellicola che in parte prevedeva la presenza di star dei cartoni animati e in parte persone in carne ed ossa, unendo due mondi che, poche volte nella storia del cinema, hanno avuto la possibilità di interagire e fondersi in un unico prodotto.
Fu proprio questo l’elemento che rese la pellicola diversa da tutte le altre, poiché abbiamo avuto la possibilità di osservare la relazione fra personaggi reali e immaginari che, almeno in quel contesto, hanno potuto condividere emozioni e sensazioni, annullando tutti quei confini che, solitamente, contraddistinguono e delimitano il mondo reale da quello della fantasia.
Questa scelta è stata sicuramente azzeccata dal regista e dei produttori, i quali hanno realizzato un vero e proprio capolavoro che, ancora adesso a più di vent’anni di distanza, riesce ad emozionare i suoi spettatori, consentendo loro di vivere un’avventura coinvolgente e a tratti emozionante, grazie alla quale possiamo ritrovare divertimento e spensieratezza.

La trama del primo Space Jam

Il mondo dei cartoni animati viene minacciato da alcuni alieni che vivono in un luna park sull’orlo del fallimento e che sono alla ricerca di nuovi mezzi per poter ottenere il successo.
Essi scoprono che sul pianeta Terra i Looney Tunes hanno molto successo, in quanto svolgono il loro lavoro trovando il pieno supporto di adulti e bambini e quindi, il proprietario del Luna Park Mr Swackhammer decide di inviare i suoi sottoposti, i NerdsLucks, a catturarli per farli lavorare nella sua attrazione.
Le due parti decidono di disputare una partita di pallacanestro che, se vinta dagli alieni, porterà i beniamini della Terra a diventare schiavi della realtà aliena.
Per evitare questa possibilità, i Looney Tunes decidono di affidarsi nelle mani di Michael Jordan, uno dei migliori giocatori della NBA.
Michael viene quindi catapultato nel mondo dei cartoni animati, dove deciderà di allenare i Looney Tunes per renderli i migliori sul campo.
I Nerdslucks però realizzeranno un imbroglio con il quale riusciranno a rubar3 il potere di cinque cestisti mokto bravi, trasformandosi nei cosiddetti Monstars diventando alti e fortissimi.
Nonostante all’inizio le cose non procedano per il meglio, la partita volgerà a favore dei Looney Tunes e di Micheal Jordan e, in seguito a dei dissapori causati dalla violenta perdita di controllo da parte dei Monstars, tutto rientrerà nella norma e i Looney Tunes potranno continuare a vivere la loro vita in completa libertà.

Un divertentissimo Bugs Bunny come protagnista

Bugs Bunny è sicuramente la star indiscussa di questo film, in quanto è proprio lui il personaggio coraggioso che deciderà di contattare Michael Jordan per chiedere il suo aiuto.
Il celebre coniglietto è il personaggio più affermato per quanto riguarda la famiglia dei Looney Tunes e sarà proprio lui a motivare i suoi compagni di squadra, tra cui troviamo la bellissima Lola Bunny, Daffy Duck, Titti, Silvestro e Taz, i quali si impegneranno e metteranno a disposizione del team tutte le potenzialità per avere la meglio sui malefici alieni.
Bugs Bunny quindi, sa sfoderare le doti di un leader indiscusso ma, al tempo stesso, riesce a mantenere unita la squadra, andando ad enfatizzare tutti gli aspetti caratteriali dei propri compagni di avventura e facendo di questi elementi virtù con le quali spronare gli amici e ottenere così la meritata Vittoria, anche quando le cose non sembrano procedere nel verso giusto.
Non mancheranno le gag che hanno reso il coniglio molto celebre durante la proiezione dei diversi cartoni animati, e si avrà la possibilità di osservare il prezioso legame che alla fine del film si sarà creato tra il personaggio dei cartoni ed il campione della NBA.

Micheal Jordan: la star mondiale degli anni 90 a cui mancava solo il cinema

L’esperienza cinematografica permise a Michael Jordan di realizzare uno dei suoi più grandi sogni, ovvero quello di ricoprire il ruolo di attore in una pellicola in grado di accontentare ed appagare i gusti di grandi e piccini.
La vita del giocatore infatti, fu un’esperienza costellata da diversi traguardi, grazie ai quali ottenne il titolo di miglior marcatore e diverse partecipazioni nel mondo dello Sport.
La sua bravura gli permise di entrare nella Hall of Fame del basket nel 2009 e successivamente divenne membro ufficiale del Dream Team.
Riporta quindi sei vittoria nell’NBA è ha conquistato diverse Olimpiadi, durante le quali vinse quattro medaglie d’oro.

C’è una puntata di the last dance, il documentario di Netflix che racconta le gesta dei fantastici Chicago bulls, che racconta proprio il momento in cui MJ girava il film, gli avevano costruito un campo da Basket vicinissimo al set e ogni pomeriggio molti campioni NBA si fermavano a giocare fino a notte inoltrata
Dopo aver abbandonato la carriera di cestista e giocatore di baseball venne insignito nel 2016 della più grande onorificenza civile americana da parte del presidente Barack Obama.
La pellicola fu sicuramente un’esperienza che permise al giocatore di ricoprire un ruolo diverso che, sicuramente tutti ricorderanno nonostante gli anni trascorsi dal lancio della pellicola.

1 Comment
  1. […] nuovo film, che segue il filone del primo Space Jam che uscì nelle sale nel 1996, vedrà nel suo cast un nuovo protagonista che, proprio come Michael […]

Leave a reply