Mario Bros, l’idraulico più famoso al mondo

Mario Bros, è uno dei game characters più famoso al mondo, ancora oggi la sua sagoma e i suoi baffi sono famosi per grandi e piccini

Il videogioco di Mario Bros

Ideato dal autore di videogiochi giapponese Shigeru Miyamoto, Mario è il personaggio immaginario protagonista dell’omonima serie di videogiochi.
Mascotte e rappresentante indiscusso dell’azienda nipponica Nintendo, fece la sua prima apparizione nel 1981 come eroe nel videogioco Donkey Kong.
Il suo soprannome originale era Jumpman, in Giappone invece, nel videogioco, veniva chiamato Mr. Video.
L’esistenza di questo buffo idraulico, come anche il suo nome, possiamo definirle circostanze fortuite.
In origine la Nintendo, voleva sviluppare un gioco su Braccio di Ferro, ma, avendo perso i diritti sulla serie, dovete rimpiazzare i personaggi con protagonisti nuovi. Fu così che nacquero Mario, Donkey Kong e Pauline.
Anche il nome Mario non è stato affibbiato per caso al personaggio.
Come detto in precedenza nella sua prima apparizione, Mario veniva chiamato Jumpman.

Durante l’adattamento del videogioco per gli Stati Uniti d’America, il rappresentante americano della Nintendo, soprannominò il personaggio “Mario”, vista la somiglianza con Mario Segale ( primo proprietario dello stabilimento americano della Nintendo ).
Anche le caratteristiche fisiche del personaggio hanno un loro significato.

Sono state fatte delle scelte specifiche, per ovviare ai limiti tecnici della produzione dell’epoca. Il cappellino per esempio rese superfluo lo sviluppo dei capelli, la salopette servi per distinguere le braccia dal corpo e i baffi, misero in risalto il naso nascondendo la bocca. Questi particolari sono stati mantenuti nel tempo e sono diventati segni distintivi dell’icona di Super Mario.

Prima apparizione di Mario in Donkey Kong

Il pubblico conobbe Mario per la prima volta in Donkey Kong.
La trama del videogioco era molto semplice: Jumpman, carpentiere coraggioso e tutto fare, possedeva un gorilla domestico chiamato Donkey Kong. Un giorno, il gorilla, decise di scappare, portando con se Pauline, la fidanzata di Jumpman.
L’obbiettivo del gioco era quello di salvare la povera Pauline dal gorilla, arrampicatosi su un palazzo in fase di costruzione. Jumpman doveva inseguire Donkey Kong, arrampicandosi a sua volta e scansando gli oggetti scagliati dal gorilla.
Il gioco era costituito da quattro livelli a difficoltà crescenti, in cui il giocatore doveva destreggiarsi per riuscire a salire senza essere colpito.
Nel 1982, venne rilasciato il sequel “Donkey Kong Junior” dove, questa volta i due protagonisti si ritrovarono a parti invertite, con Mario antagonista.
Nel 1983 venne rilasciato il gioco “Mario Bros”.

Il primo Mario Bros

Il videogioco “Mario Bros”, fu il primo capitolo della serie a portare questo nome.
Qui, il protagonista, venne identificato definitivamente come Mario.
Diversamente da Donkey Kong, in questo titolo Mario era un idraulico che viveva insieme al fratello minore Luigi, nella città di New York.
Lo scopo era quello di sconfiggere i nemici che infestavano i tubi delle fogne della città.
In partenza, il gioco nacque come platform 2D arcade, pubblicato subito nelle sale giochi e successivamente su console.
La fisica del titolo era molto semplice. I livelli, erano divisi in piattaforme a schermata fissa, le quali mantenevano inalterata la loro posizione. I nemici spuntavano dai tubi posizionati in alto, avanzando continuamente in avanti e cambiavano direzione solo in presenza di un ostacolo.

Una volta arrivati in fondo alla schermata, entravano in dei tubi posti sotto, spuntando di nuovo in alto e ricominciando il giro, finché non venivano eliminati.
Occorre ricordare inoltre, che questo videogioco fù il primo capitolo della serie di Mario a supportare il Multiplayer, con la possibilità di poter controllare Luigi da un altra postazione, per poter giocare in coppia, anche in competitiva.
Il successo nel primo capitolo fu strabiliante e costrinse gli sviluppatori a sviluppare il secondo capitolo, noto anche come Super Mario Bros, uscito l’anno successivo.

Salvare la Principessa Peach

Di versioni di Mario ne sono state fatte tantissime e partire dal primo Mario Bros fino ad arrivare all’ ultimissimo uscito che è Mario Odyssey la ragione principale (molto spesso, non sempre ma spessissimo) è salvare la Principessa Peach da Bowser che come al solito all’inizio la cattura. Ed è per questo motivo che spesso Mario deve attraversare decine e decine di quadri, saltando in testa a migliaia di funghi e altri nemici.

Non è sempre da solo, alcune volte è accompagnato dal fedelissimo Luigi che è presente in tutte le modalità multiplayer dei giochi in cui Mario è protagonista

Le principali console su cui è apparso Mario

La serie di Super Mario è una delle più lunghe della storia dei videogiochi. Si pensi addirittura che in più di 25 anni sono stati pubblicati circa 250 titoli.
Donkey Kong e Mario Bros, sono nati inizialmente per le sale gioco, dove venivano installati in cabinati arcade. Successivamente, la Nintendo, decise di sviluppare i giochi in formato Game and Watch ( giochi portatili prodotti dalla Nintendo )
La lista delle console dove è comparso Mario poi è molto lunga; le principali sono:
La primissima apparizione è su un Game & Watch, Nintendo Entertainment System ( NES ), Game Boy, Super Nintendo, NES 2, Philips CD-i, Virtual Boy, Nintendo 64, Game Boy Color, Game Boy Advance, Nintendo GameCube, Nintendo DS, Nintendo Wii, Nintendo 3DS, Nintendo Wii U, Nintendo Switch.
Mario Bros ha fatto la storia dei videogiochi, e tutt’oggi il marchio è in continuo aggiornamento con lo sviluppo di nuovi giochi.
Sicuramente tanta strada è stata fatta da Donkey Kong del 1981.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply